NUOVE GENERAZIONI ED EMPOWERMENT FEMMINILE: IL RUOLO DEL WELFARE AZIENDALE

In un periodo di profondi cambiamenti, il welfare aziendale ha assunto un ruolo sempre più importante per promuovere il benessere delle persone e contrastare fenomeni come la great resignation o il quiet quitting. Le funzioni HR possono utilizzare questo strumento per trattenere ed attrarre talenti e per supportare l’empowerment femminile.

Negli ultimi anni il mondo del lavoro è cambiato e ha visto l’affermazione di nuovi modelli di lavoro più flessibili, come lo smart working.  Oggi le persone scelgono l’organizzazione in cui svolgere la propria attività lavorativa non solo sulla base della remunerazione, ma anche considerando tutti i benefit che l’azienda stessa mette a disposizione, come buoni pasto e welfare aziendale, per fare qualche esempio. Dal nostro Osservatorio Welfare emerge infatti come per oltre il 50% delle persone i benefit siano fondamentali nella scelta di un lavoro.

In questo contesto il welfare aziendale ha un ruolo sempre più importante per promuovere il benessere delle persone e il work-life balance, oltre a contrastare fenomeni come la great resignation o il quiet quitting, nati durante la pandemia negli Stati Uniti e diffusi nel periodo post pandemico anche in Italia, che hanno cambiato ciò che le persone si aspettano dal lavoro, rivalutando le loro priorità.

Se da un lato il welfare aziendale aiuta le organizzazioni a trattenere i talenti, dall’altro è in grado di contribuire a valorizzare la crescita professionale della donna: dai servizi legati al people care, alla genitorialità, al servizio di baby-sitting, di assistenza agli anziani o a familiari non autosufficienti. I dati del nostro Osservatorio Welfare mostrano come le donne fino ai 60 anni siano beneficiarie di erogazioni in media superiori alla controparte maschile. Il dato in parte può essere spiegato dalla presenza, nei piani di welfare aziendali, di componenti a sostegno diretto della maternità delle dipendenti.

In Edenred ci impegniamo ogni giorno per promuovere la gender equality e l’inclusività: grazie alle nostre politiche aziendali che tengono in considerazione l’equità retributiva, le pari opportunità di carriera e i programmi a supporto della genitorialità, abbiamo ottenuto la certificazione del Modello per la Gender Equality di IDEM. Un impegno che riguarda anche le aziende nostre clienti: le supportiamo e accompagniamo, infatti, nel percorso per ottenere questo riconoscimento.

Nuovi modelli di lavoro, empowerment femminile, valorizzazione delle nuove generazioni: il welfare si evolve in modo naturale per rispondere alle diverse esigenze e ai nuovi bisogni di ogni singolo individuo.

 

Paola Blundo, Direttore Corporate Welfare di Edenred Italia

 

 

 

 

 

 

 

EDENRED ti aspetta al 52° Congresso Nazionale AIDP, il 12 e 13 maggio a Firenze!

Le Radici del Domani

Profondità di pensiero e velocità di azione

https://congresso.aidp.it/

 

Questo Articolo è stato letto da 972 persone

Be first to comment