Green, tecnologia, mobilità, etica: sono questi i driver del cambiamento delle nuove generazioni. La transizione verso il futuro è dietro l’angolo.

Transizione. È racchiusa in questa parola ed in questo concetto la fase storica che stiamo attraversando in moltissimi ambiti della dimensione economica e lavorativa. Transizione verso una nuova normalità fondata, tra gli altri, su alcuni pilastri: digitale, green, mobilità, etica. Questo è il futuro che ci attende dietro l’angolo.

Questo è il tratto distintivo delle nuove generazioni già protagoniste del cambiamento.

Orienta, tra le principali agenzie per il lavoro italiane, da tempo ha deciso di investire nel futuro, seguendo i driver del cambiamento citati. Da diversi anni, in questo senso, investiamo in tecnologie avanzate per il miglioramento dei diversi processi di collocazione, di ricerca e di selezione dei candidati puntando sull’automazione di alcuni passaggi, sull’intelligenza artificiale e la semantica per i software di selezione. Un innesto costante di tecnologie avanzate in armonia e simbiosi con la componente e professionalità umana, che rimane centrale. La condizione che si sta realizzando è una sorta di processo di osmosi felice tra intelligenza artificiale ed intelligenza umana al fine di offrire soluzioni all’avanguardia, nel rispetto e nella valorizzazione dei valori umani.

Ma il protagonismo delle giovani generazioni passa anche dalla valorizzazione delle tante iniziative e start up tecnologiche nell’ambito del mercato del lavoro che sono sorte in questi anni. A tal fine, Orienta ha acquisito e investito su due importanti progetti imprenditoriali digitali: Myourjob e Le Cicogne.

Il primo rappresenta il più significativo esempio in Italia di portale dedicato all’orientamento al lavoro tramite video e servizi online dedicati a tutti gli sbocchi professionali. Le Cicogne, invece, – fondate da Monica Archibugi, una giovane baby-sitter con capacità manageriali e imprenditoriali – rappresentano, anche qui, un innovativo progetto di intermediazione online nel settore dei servizi alla persona nel campo del baby-sitting, poi esteso anche alle badanti con il progetto Orienta Family, con lo scopo, non secondario, di favorire e promuovere l’emersione del lavoro nero in questo settore. In entrambe le iniziative si fondono naturalmente due componenti: tecnologia e giovani generazioni.

Fare cultura del lavoro tra le giovani generazioni è un obiettivo fondamentale – spesso trascurato – per sprigionare e valorizzare tutte le potenzialità dei giovani. A tal scopo, da diversi anni, Orienta ha promosso, nell’ambito dell’alternanza scuola – lavoro, un format di diffusione delle soft skills e delle competenze umane tra gli studenti delle scuole superiori con un taglio pratico e concreto. Un’iniziativa di incontro e confronto con le nuove generazioni che ha coinvolto circa 25mila ragazzi in molte città italiane. Oltre al tema delle soft skills, un altro importante obiettivo che stiamo perseguendo è relativo alla promozione della conoscenza, soprattutto tra gli studenti universitari, di alcuni aspetti non secondari, quale ad esempio la scrittura dei curricula mediante l’utilizzo di un linguaggio comprensibile anche ai “robot”, che spesso sono utilizzati dalle aziende in una fase di pre-screening del Cv.

Fare cultura del lavoro tra i giovani vuol dire anche questo: parlare di valori e strumenti in un’unica prospettiva di cambiamento.

Uno dei tratti distintivi della condizione delle nuove generazioni dei nostri tempi è la mobilità. Viviamo sempre di più in un contesto territoriale senza confini in cui le opportunità e le vocazioni non sono più sotto casa.

La nostra casa è il mondo. In quest’ottica, soprattutto i giovani, pensano e agiscono con uno sguardo oltreconfine.

Ed è proprio con questo sguardo oltreconfine che sta agendo Orienta, grazie anche all’apporto decisivo di giovani manager, investendo e sviluppando la propria dimensione internazionale in Paesi come Polonia, Repubblica Ceca, Svizzera e Germania.

La formula per il futuro è nota. Adesso è il momento del protagonismo positivo delle giovani generazioni. Noi ci siamo!

di Federico Biazzo Business Development Analyst Orienta Spa.


Orienta è Partner di AIDP YOUNG SUMMIT 2021 e ti aspetta il 9 ottobre: segui la diretta streaming da Palazzo Camozzini di Verona!
AIDP YOUNG SUMMIT 2021 HR VISION: ADOTTA UNA PMI

Questo Articolo è stato letto da 408 persone

Be first to comment