AIDP partecipa ai #SaturdaysforFuture.
Unisciti a noi
promuovi una produzione
e un consumo responsabili

Far diventare il sabato il giorno dell’impegno per cambiare i modelli produttivi e le abitudini di consumo a favore di uno sviluppo sostenibile: questo è l’obiettivo dei #SaturdaysforFuture promosso da ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile – di cui AIDP è parte.

La prima giornata di mobilitazione sarà sabato 28 settembre, successiva al terzo sciopero globale degli studenti in difesa del clima, i Fridays for Future. Modificare i propri consumi orientando le scelte verso quei prodotti che rispettano maggiormente i criteri di sostenibilità, fa parte di una serie di buone pratiche da mettere in campo, da qui ai prossimi anni, per creare un mondo più pulito, equo e sostenibile. Il sabato è il giorno scelto per sensibilizzare gli italiani all’acquisto consapevole.

AIDP supporta ASviS per la diffusione di comportamenti di consumo e produzione responsabili con i Saturdays for Future e informa che:

  • è attivo il corso e-learning L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, realizzato dall’ASviS con Fondazione Lars Magnus Ericsson e Fondazione Unipolis, che spiega, con un linguaggio semplice e accessibile, i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs – Sustainable Development Goals), approvati nel settembre 2015 dalle Nazioni Unite, che dovranno essere realizzati a livello globale entro il 2030. Al termine del percorso, arricchito di contenuti multimediali, esercizi interattivi e riferimenti all’attualità internazionale e nazionale, verrà rilasciato il certificato di completamento dell’attività formativa.
    Registrazioni e richiesta delle credenzionali sul sito dell’ASviS qui.
  • Inoltre ti invitiamo a partecipare al sondaggio online sulle priorità di produzione e consumo responsabili sul sito dell’iniziativa qui.

Per saperne di più

saturdaysforfuture.it  / asvis.it
E sulla collaborazione tra AIDP ed ASviS leggi l’art di Sara Cirone pubblicato sul nr 189 di Direzione del Personale 

Questo Articolo è stato letto da 2579 persone

Vota questo Articolo

0

Be first to comment