Robot, Intelligenza artificiale e lavoro in Italia / Rapporto 2019

Immagini, commenti e riprese stampa dalla presentazione del secondo Rapporto su Robot, Intelligenza artificiale e lavoro in Italia promosso da AIDP e LABLAW e curato da Doxa

Numerosi direttori del personale e relatori istituzionali e associativi erano presenti, il 29 ottobre scorso, a Roma, alla Sala Parlamentino del CNEL, alla presentazione dei risultati del secondo Rapporto su Robot, Intelligenza artificiale e lavoro in Italia promosso da AIDP e LABLAW e curato da Doxa.

Secondo il Rapporto, seppure prevalga nettamente un sentimento positivo verso le potenzialità delle nuove tecnologie permangono in percentuali non trascurabili paure e preoccupazioni. Per il 94% del campione l’utilizzo dei robot e dell’IA ha portato a scoperte e risultati un tempo impensabili, per l’89% è necessario per svolgere le attività troppo faticose e pericolose per l’uomo e non potrà mai sostituire completamente l’intervento dell’uomo. Contribuisce, poi, a migliorare il benessere e la qualità della vita (87%). Per il 92%, tuttavia, per cogliere tutte le opportunità è necessario lo sviluppo di nuove leggi e normative capaci di regolamentare la materia. Per contro, per il 70% provocherà la perdita di molti posti di lavoro e per il 50% rischia di portare al predominio delle macchine sull’uomo.

Per cogliere le opportunità e governare le criticità della rivoluzione tecnologica in atto dovremmo puntare perlomeno, ma non solo, su due capisaldi su cui far leva: l’etica e le competenze” – spiega Isabella Covili Faggioli, Presidente Nazionale AIDP. “L’etica: va riaffermata una visione del progresso fondata sulla centralità della persona umana e la correttezza nella sua valorizzazione.  Le competenze: appare assodato che per stare nel nuovo mercato del lavoro 4.0 occorre sviluppare competenze adeguate senza le quali il rischio di finire ai margini è concreto, sia competenze umane che tecniche. 

Sono intervenuti: Isabella Covili Faggioli Presidente AIDP, Massimo Sumberesi Head of Doxa Marketing Advice DOXA, Francesco Rotondi Giuslavorista, Avvocato e Managing Partner LabLaw, Umberto Frigelli Coordinatore Nazionale Centro Ricerche AIDP, Enrico Cazzulani Segretario Generale AIDP, Pier Paolo Baretta Sottosegretario Ministero dell’Economia e Finanza, Cesare Damiano già Ministro del Lavoro, Gianfranco Chimirri Direttore del personale Unilever, Gianpiero Tufilli Direttore del personale ZTE e Marco MongaDirettore del personale Istituto Italiano di Tecnologia. Ha moderato i lavori il giornalista Filippo Di Nardo.

Ritagli dalla rassegna stampa:

La StampaI robot creano progresso ma per 7 italiani su 10 tagliano molti posti di lavoro

Mark up / Robot e intelligenza artificiale: cosa ne pensano gli italiani e chi ne fa uso

Today / Robot e Intelligenza artificiale, per 89% italiani non potranno mai sostituire uomo 

Il dubbio / Robot e Intelligenza artificiale, per 89% italiani non potranno mai sostituire uomo 

Corriere dell’Umbria / I ROBOT SOSTITUIRANNO L’UOMO? L’89% DEGLI ITALIANI NON CI CREDE 

We Wealth / Intelligenza artificiale, rischio o opportunità? L’Italia è ottimista

Cinquequotidiano / Secondo rapporto 2019 su Robot, Intelligenza artificiale e lavoro in Italia

PaeseRoma / Presentato il rapporto 2019 AIDP – LabLaw su robot, intelligenza artificiale e lavoro 

Italia Oggi 7 / Per gli italiani il robot non sostituirà l’uomo 

 

Questo Articolo è stato letto da 542 persone

Vota questo Articolo

0

Be first to comment