Da minacce a opportunità: le sfide HR per far crescere le organizzazioni

Attraction, Great Resignation, Quiet Quitting, Ageing, D&I:ecco alcuni dei grandi temi che gli Hr devono affrontare per sostenere e accompagnare le aziende nel raggiungimento degli obiettivi strategici.

Rispetto al passato, infatti, non c’è stato un cambiamento evolutivo, ma una frattura tra il mondo di ieri e quello di oggi causata dalla pandemia, dalla guerra e dalle crisi. Questo fenomeno non lineare ha travolto aziende, generando appunto effetti negativi come quelli dei Neet, delle great resignation e del quiet quitting.

Le persone non stanno bene, ma le aziende non se la passano certo meglio

In un contesto complesso e complicato, le aziende assomigliano sempre più a un genitore che si trova ad affrontare l’adolescenza del primo figlio e spesso è impreparato perché i cambiamenti del ragazzo sono più rapidi dei suoi. Per le organizzazioni il rischio è analogo e presenta le stesse caratteristiche: da un lato i manager non riconoscono più i collaboratori che cambiano e manifestano nuovi bisogni; dall’altro i lavoratori non si sentono più a loro agio sul posto di lavoro.

Il cambiamento, è vero, fa parte della storia dell’uomo, ma, come sempre, bisogna trovare una mediazione che nasca dal dialogo, dal confronto e dal raffronto con altre realtà. In questo senso, è indispensabile che aziende e manager pongano attenzione sull’intero ciclo di vita dei loro collaboratori: dall’Hiring all’on-boarding, dal talent program ai percorsi di people development.

Tutti hanno bisogno di formazione e aggiornamento

Di fronte a questa situazione, la formazione non solo tecnica, ma anche trasversale, diventa fondamentale per garantire maggiore solidità, respiro e nuovo slancio alle imprese, aiutando le persone ad armonizzare lavoro e altre aspirazioni in un unico progetto di vita. È pertanto indispensabile non solo investire tempo e sforzi nell’accrescere le conoscenze tecniche, ma anche lavorare costantemente sullo sviluppo di qualità personali che forniscano gli strumenti per supportare progetti di Change management.

La formazione alla base del cambiamento

24ORE Business School, con 30 anni di esperienza e contenuti da sempre innovativi, ha deciso di affiancare aziende e HR nella realizzazione di piani di formazione e sviluppo personalizzati che smettono di essere accessori e diventano parte integrante e di supporto delle strategie aziendali, fornendo conoscenze, competenze e strumenti innovativi immediatamente spendibili per accompagnarne e sostenerne la crescita e generare valore. Per farlo ha integrato all’interno della sua organizzazione una divisione di professionisti, grazie al supporto di una faculty di 1.200 docenti di estrazione manageriale, propone percorsi formativi innovativi e su misura.

Come?

24ORE Business School, nel suo ruolo di business partner delle aziende, si è specializzata nella creazione e gestione di Academy, correlando ESG e Sostenibilità in ogni percorso e offrendo soluzioni personalizzate su dodici aree tematiche e sui su tutti i temi trasversali: attraction & hiring, onboarding & retention, people development & ageing, diversity, equity, inclusion.

Pier Maria Minuzzo, People development director 24Ore Business School

 

 

 

 

 

 

 

24ORE BUSIENSS SCHOOL è Partner al 52° Congresso Nazionale AIDP

Le Radici del Domani
Profondità di pensiero e velocità di azione

Questo Articolo è stato letto da 727 persone

Be first to comment