Il Caffè Internazionale

Caffè_internazionale

QUANDO L’INTERNAZIONALE APRE LE PORTE AIDP SPALANCA FINESTRE

Prendiamo un caffè con i nostri referenti di AIDP International: facciamoci ispirare e intraprendiamo questo viaggio insieme.

Ne parliamo con Fabrizio Grisenti, HR Director EMEA in Franklin Electric, e Filippo Abramo, Presidente Federmanagement, Past President Aidp e Eapm.

 

Raccontaci quali sono le tue motivazioni in AIDP International

Fabrizio: La mia motivazione ad entrare nel gruppo di lavoro AIDP International è quella, in primis, di avere l’opportunità di conoscere nuovi colleghi per arricchire la mia visione delle pratiche HR e delle loro applicazioni in contesti diversi dai nostri. Credo che il confronto e lo scambio internazionale permettano di acquisire una sempre maggiore apertura mentale nell’affrontare le problematiche che ci accomunano. Il business sta aumentando l’internazionalizzazione e ci chiede una funzione che capisca, cerchi, selezioni talenti internazionali che possano competere in un mondo globalizzato.

Filippo: la mia partecipazione a AIDP International prende le mosse dalla mia storia personale e professionale che mi ha portato a vivere all’estero. La prima esperienza internazionale mi ha portato in Francia quando ero molto giovane, da lì è iniziata la mia crescita professionale.  In AIDP International ho avuto modo di rincontrare tanti amici e colleghi che hanno fondato questo Gruppo di lavoro.

 

Ci raccontate dei vostri buoni propositi?

Fabrizio: Vorrei contribuire ad “aprire” la funzione HR all’aspetto internazionale, stimolando i miei colleghi al confronto e all’apertura a punti di vista di Paesi e culture diverse. La nostra funzione deve facilitare ed incoraggiare le relazioni di lavoro e di business che portano ad una combinazione di persone provenienti da esperienze, conoscenze e culture diverse. Inoltre, dopo la pandemia, c’è un grande desiderio da parte di tutti di tornare a vedersi di persona e ad avere relazioni sociali e di confronto non più solo virtuali con altri colleghi internazionali.

Filippo: Vorrei dare un contributo ad una maggior apertura del nostro Paese verso l’Europa  sulle tematiche di nostro interesse. Non penso certamente che noi siamo sempre “indietro“ rispetto agli altri Paesi ma credo fortemente che il confronto sia indispensabile per migliorarsi e per trovare vie nuove, in particolare nella situazione attuale caratterizzata dai cambiamenti epocali che stiamo vivendo.

 

Ora che ci avete raccontato un po’ chi siete e cosa perseguite ci piacerebbe sentire da voi su cosa vi state impegnando

Fabrizio: Sono entrato nel gruppo di lavoro International solo da poco, ma mi impegnerò per dare il mio contributo affinché si possano organizzare eventi che aiutino a costruire un skill set internazionale che permetta di affrontare i problemi in modo diverso, più flessibile, e di adattare le soluzioni ai contesti di riferimento. Mi piacerebbe aiutare a far comprendere i temi internazionali che ci accomunano con gli altri colleghi, ma anche di considerare le differenze come un valore su cui riflettere per arrivare a risultati sempre migliori.

Filippo: Sto perseguendo azioni concrete finalizzate a garantire la nostra partecipazione ai temi internazionali, collaborando all’organizzazione di eventi e alla promozione di partnership. In questo momento stiamo organizzando un evento congiunto AIDP/BCG per presentare i risultati di una ricerca mondiale sulle tematiche HR (“The future of People management priorities”); inoltre ci stiamo impegnando a promuovere una maggior collaborazione tra le Associazioni HR dell’area del Mediterraneo che, a mio avviso, hanno delle peculiarità molto specifiche rispetto a quelle del Nord Europa. Come Presidente di Federmanagement sto diffondendo, insieme alle nostre Associazioni aderenti, i risultati di una ricerca sul Management italiano condotta insieme ad Asfor – Apaform. L’intenzione è quella di estendere tale lavoro a livello europeo.

 

Filippo Abramo

Filippo Abramo

 

 

Fabrizio Grisenti

Questo Articolo è stato letto da 183 persone

Be first to comment