Il middle manager come leader adattivo

Formare nuovi mindset manageriali nelle organizzazioni smart

 

La quarta rivoluzione industriale ha creato una diffusa consapevolezza, anche tra i non addetti ai lavori, sul fatto che la produzione di big data e la possibilità di compiere su essi analisi complesse sta portando a nuovi modelli decisionali più consapevoli.

La disponibilità di dati sta quindi creando una crescente aspettativa di comportamenti razionali. Al punto che alcuni studiosi sottolineano il fatto che il beneficio indotto da tale condizione risiede proprio nella creazione di aspettative interne rispetto alla presa di decisioni razionali – che generano fiducia – ed esterne, accrescendo la legittimazione.

Questa aspettativa, peraltro, deve essere bilanciata dal supporto al forte bisogno di sensemaking che proviene dalle figure del middle management, come evidenziano le nostre recenti ricerche, integrandola con la creazione di un nuovo mindset della “persona”, prima ancora che di ruolo.

Dalla recente ricerca Quadrifor sull’evoluzione del profilo dei middle manager del terziario emergono bisogni di competenze allineati con le tendenze della trasformazione tecnologica e delle nuove forme organizzative, così come di un rafforzamento della persona come parte di un cambiamento la cui direzione non è nota

Si tratta di evitare di tornare su vecchie concezioni del middle manager come “cinghia di trasmissione”, procedendo invece in direzione di una figura di leader adattivo, con una propensione alla ricerca (in senso lato), capace di cogliere le complesse istanze sociali che attraversano le organizzazioni.

Ferma restando l’attenzione alle nuove competenze tecniche e gestionali, occorre sviluppare strumenti di apprendimento – anche agendo attraverso modelli organizzativi smart – atti ad incoraggiare le capacità di sperimentare e interpretare il futuro.

Pierluigi Richini
Responsabile Studi e Formazione Quadrifor

 

La conversazione continua il 25 maggio, a Napoli, in occasione del 47° Congresso Nazionale AIDP / IL FUTURO OGGI / #aidp2018 / http://aidp.it/il-futuro-oggi/ 

 

Questo Articolo è stato letto da 641 persone

Vota questo Articolo

1

Be first to comment