Diversity & Inclusion

diversity

Internazionalizzazione e gestione della multiculturalità

Diverse fonti e studi indicano che la composizione dell’organico di un’azienda può rappresentare un vantaggio competitivo nel rispondere più efficacemente alle sfide di un mercato eterogeneo, complesso e mutevole. Inoltre, le ricerche mostrano come le aziende che affrontano il tema della diversità e dell’inclusione in maniera sistemica e strategica arrivino a produrre ed erogare prodotti-servizi migliori, promuovano più agevolmente l’innovazione e creino organizzazioni più efficaci. L’implementazione di politiche di inclusione di personale con caratteristiche diverse è pressante in quelle organizzazioni in cui l’elemento globalizzazione sta diventando centrale:

occorrono persone preparate e capaci di comprendere e gestire le richieste dei mercati e del personale proveniente da diversi paesi, interpretando i loro bisogni, gusti, lingue, tradizioni, esigenze

dice Magali Bertolucci, Direttore Development & Strategy MSC.
In questo senso diventa via via insufficiente qualsiasi formula di gestione delle persone basate su visioni limitate a un solo gruppo omogeneo di collaboratori/trici, oppure a modalità standard di soluzioni ai problemi.
L’implementazione di progetti volti a sviluppare un’efficace gestione della Diversità e dell’Inclusione (D&I) ha un impatto sulla modalità di esercitare la leadership.
La sfida per le organizzazioni e per i manager è a due livelli:
uno politico-strategico che fa capo alla posizione e all’impegno sul tema D&I dei vertici aziendali
e uno di micro management che metta al centro le persone, facilitando da un lato l’espressione delle loro capacità e competenze al fine di impattare positivamente sull’organizzazione, dall’altro di gestirne i bisogni in maniera inclusiva durante tutto il loro ciclo di vita, aziendale e personale.

Oggi parlare di diversità e inclusione significa focalizzarsi sull’engagement senza creare barriere basate sulle differenze di genere, età, nazionalità, identità sessuale, religione, abilità fisiche, background socio economico, formazione professionale, solo per fare alcuni esempi.
Per rispondere a queste esigenze, la posizione emersa dalla nostra wave è quella di continuare a rafforzare il posizionamento del tema D&I nell’agenda di AIDP in quanto elemento imprescindibile per la gestione dei nostri talenti all’interno di ambienti di lavoro inclusivi e rispettosi, in linea con i nostri principi etici e nella consapevolezza dell’impatto positivo sui nostri business.

Come professionisti che si occupano di persone ci vogliamo riconoscere come stakeholder del processo di inclusione

Ci impegniamo ad accompagnare soci e aziende nella comprensione delle opportunità di business derivanti dall’individuazione e valorizzazione delle diversità attraverso un processo inclusivo.
Ci impegniamo come associazione a farci portavoce dei bisogni dei nostri soci verso le istituzioni attraverso la nostra partecipazione nelle sedi preposte, per promuovere un contesto normativo che faciliti la cultura del D&I.
Crediamo che un’analisi critica della composizione demografica delle diversità presenti nell’organizzazione e una maggiore comprensione degli unconscious biases impliciti nella governance aziendale possano avviare un processo di cambiamento valoriale, culturale e organizzativo di alto impatto.
L’obiettivo AIDP nel medio periodo è di promuovere la consapevolezza sul tema D&I come motore del cambiamento sociale.
Il Gruppo Diversity & Inclusion supporterà le regioni nel declinare piani d’azione che corrispondano alle singole esigenze dei soci.

I protagonisti della wave Diversity & Inclusion @46° Congresso Nazionale AIDP (12-14 maggio):
Adriana VELAZQUEZ Presidente AIDP Umbria, Direttrice Axios Europa, Giuliano CALZA Presidente AIDP Marche, Julio GONZALEZ HR International Senior Advisor, Magali BERTOLUCCI Direttore Crew Development & Strategy MSC, Anna GIACOBBE Crew Development Italy MSC, Claudia Tondelli Responsabile coordinamento nazionale del Gruppo Diversity AIDP, HR Manager Kohler Engines EMEA, Guglielmo LOY Segretario Confederale UIL, Luisa CORVINO Valore D, Igor SURAN Direttore Generale Parks – Liberi e Uguali e Marisa FAILLA Presidente de La Voz del Interior (Gruppo Clarin), uno dei giornali più influenti dell’Argentina, Fondatrice e Presidente della Fundación INclusión Social, esperta in Coaching Ontologico, Leadership e Intelligenza Emotiva.

Approfondimenti su http://congresso.aidp.it/diversity-inclusion/ o atti congressuali Wave! @aidp2017 

Adriana VELAZQUEZ Presidente AIDP Umbria, Direttrice Axios Europa

Questo Articolo è stato letto da 89 persone

Vota questo Articolo

0

Be first to comment