AIDP_audizione Commissione Lavoro Senato
INDUSTRIA 4.0
E IMPATTO SUL MERCATO DEL LAVORO

Mercoledì 24 maggio 2017, alle ore 14.15, AIDP è stata convocata in audizione dalla Commissione Lavoro, previdenza sociale – Ufficio di Presidenza, Presidente Sacconi sul tema INDUSTRIA 4.0 E IMPATTO SUL MERCATO DEL LAVORO.

Ecco una sintesi dei punti evidenziati ai membri della Commissione Lavoro da AIDP attraverso la voce dei nostri Soci, Raffaele Credidio Direttore HR EMEA presso Micron Technology e Giovanni Tamburini Direttore HR EMEA presso KEMET Electronics:

1)      Aumentare il numero dei laureati.

L’Italia è in penultima posizione nella classifica Eurostat: la quota di dottori trentenni è del 26,2%, a fronte di una media europea pari al 39,1%. Peggio di noi, solo la Romania che nel 2016 ha visto laurearsi il 25,6% degli studenti. In particolare sentiamo la necessità di aumentare il numero e la qualità dei laureati (e la qualità delle nostre Università) specialmente in ambito tecnico e scientifico. Occorrono piani e programmi tesi ad aumentare il livello di educazione medio. Se l’impresa cresce quando forma, un Paese si sviluppa quando innalza il proprio livello culturale.

2)      Internet (gratis) per tutti.

Non è uno slogan politico ma la premessa per lo sviluppo culturale del Paese e la crescita economica.

3)      Semplificare, agevolare ed estendere l’accesso alle tecnologie.

Promuovere piani nazionali per l’informatizzazione e lo sviluppo di competenze informatiche con l’obiettivo di ridurre il digital divide, a tutti i livelli gratuitamente o, in alternativa, a costi sostenibili. Promuovere incentivi per l’acquisto di hardware.

4)      Il lavoro del futuro crescerà in quei paesi che sapranno interpretare la digitalizzazione come opportunità.

Ovvero in quesi Paesi che sapranno tradurre in politiche (compito delle istituzioni) e prassi (compito delle aziende e delle persone) i driver di questa trasformazione individuati in: dematerializzazione del lavoro, fluidità delle funzioni, formazione continua, flessibilità, smart working, merito, fiducia e apertura ai risultati.

5)      Il lavoro da fare su questi temi è cruciale per innalzare il livello di produttività del nostro Paese.

AIDP e i Direttori del Personale Italiani sono impegnati quotidianamente in questo:

la costruzione di nuovo lavoro si ottiene facendo crescere (e adeguando) le competenze dei singoli, a tutti i livelli e in modo massiccio, dentro e fuori le aziende ponendo la formazione continua come l’architrave per dare alle persone le concrete opportunità di crescita e di salvaguardia nel mercato del lavoro

Per approfondire rinviamo al video disponibile sulla webTV del Senato – il nostro intervento è dal 13mo minuto in poi:  http://webtv.senato.it/4621?video_evento=3715

 

Questo Articolo è stato letto da 394 persone

Vota questo Articolo

0

Be first to comment